italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Trasimeno Blues

"La chitarra è la mia torcia, la mia anima porta la fiamma. Non sbagliarti, io sono un vero Bluesman" (Big Bill Morganfield).

Non è facile essere figli di una leggenda, ma la carriera di Big Bill Morganfield dimostra che si può vivere artisticamente anche portando un cognome ingombrante. Quel cognome avrà giustamente messo in allerta gli appassionati di blues, dato che Bill è figlio di McKinley Morganfield, meglio noto come Muddy Waters, uno dei musicisti più importanti del ventesimo secolo. Nato a Chicago nel 1956, Bill è stato cresciuto dalla nonna nel sud della Florida e attualmente risiede ad Atlanta. Autodidatta, si è comprato una chitarra con in mente la volontà del padre, il quale più volte aveva espresso il  desiderio che qualcuno dei suoi ragazzi lo seguisse nel fare musica. Dopo un lungo processo di affinamento della sua tecnica chitarristica, la voce l'ha ereditata naturalmente dal minaccioso baritono di Muddy, Big Bill ha inciso il suo album di debutto "Rising Son" nel 1999, insieme ad alcuni musicisti che avevano suonato a lungo nella Muddy Waters Band, esperienza che Bill ricorderà fra le più formative della propria vita artistica. L'album lo segnala subito come un talento da seguire e gli permette addirittura di vincere, nel 2000, il W. C. Handy Award come miglior debuttante, premio che per la scena Blues vale quanto il più famoso Grammy. Nel 2001 è la volta di "Ramblin' Mind", dove il grande Taj Mahal duetta con lui in due pezzi. Bill ormai non ha più bisogno di guadagnarsi rispetto e stima all'interno della scena blues, e persino l'influente rivista Entertainment Weekly arriva a dire che il paragone col padre è duro ma non impossibile da sostenere per un talento innato come quello di Morganfield Junior. Nel 2003 arriva il terzo album, "Blues in the Blood", ulteriore immersione in quel Blues del Delta che risiede nel DNA di Bill fin dalla nascita e che gli fa ottenere un grande successo di vendite e di critica. Ha una voce superlativa che non teme confronti, scrive canzoni belle ed originali ed è dotato di grande duttilità, esprimendosi agilmente tra tutte le sfumature del Blues. Un concerto di assoluto fascino per momenti di puro godimento che avrà inizio alle 21.30 presso il Parco comunale di Corciano, il nuovo comune che quest'anno aderisce al festival itinerante.

A seguire si va alla spiaggia "La Praia" (Località Monte del Lago) per un altro appuntamento di mezzanotte. Dopo il successo  riscosso nella scorsa edizione di Trasimeno Blues, torna l' Essential Blues Band, ensamble proveniente da Campobasso, una delle più interessanti novità del panorama Blues meridionale. Dopo un anno intenso di impegni e soddisfazioni, tornano in Umbria per presentare il loro primo Cd "Riding Alligator" composto quasi integralmente da brani originali.

Informazioni:

Tel. 075  828493 – 075 828489
E.mail: trasimenoblues@trasimenoblues.net


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521