italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Presentato anche a Chianciano il piano per lo sviluppo territoriale

All’incontro hanno partecipato il sindaco Guido Bombagli, il presidente della Fondazione Mps Gabriello Mancini, il deputato della Fondazione Alessandro Lastray, l’assessore provinciale Silvana Micheli ed i consulenti della Reag curatori del progetto.

La riunione è stata l’occasione per illustrare i risultati della prima fase dello studio di fattibilità per il programma di sviluppo e valorizzazione territoriale nel Comune di Chianciano da parte degli esperti della Reag (Real Estate Advisory Group). Il programma era già stato presentato nelle scorse settimane alla Fondazione Mps.

Lo studio, effettuato dalla Reag (società di consulenza internazionale specializzata nel real estate, nelle analisi territoriali e nei progetti di trasformazione urbana) su commissione della  stessa Fondazione Monte dei Paschi di Siena, ha messo in luce come il settore termale, che costituisce la risorsa primaria del territorio chiancianese, dovrà fungere, parallelamente alla rivalutazione del sistema ricettivo, da traino per la rivitalizzazione e valorizzazione della città.

L’indagine condotta dalla società di consulenza ha evidenziato la necessità della rivalorizzazione del comparto termale con l’obiettivo di attrarre diverse tipologie di clientela, principalmente attraverso la segmentazione degli stabilimenti termali in base ai servizi offerti e agli standard qualitativi per i diversi segmenti di domanda. Il sistema Chianciano, dovrà, inoltre, evolvere nella direzione del benessere termale ampliando l’offerta di servizi legati al wellness, senza penalizzare il target di clientela attuale.

Nell’ottica di un complesso sinergico di azioni ed iniziative che possano trasformare Chianciano in un sistema integrato e dinamico, il settore congressuale può risultare un elemento di supporto al naturale comparto primario, il termale. Parallelamente alla specifica iniziativa del Centro Congressi sarà opportuno attuare un’importante attività di marketing territoriale al fine di consolidare il progetto di rilancio.
Per il sindaco Bombagli, lo studio per lo sviluppo di Chianciano è un contributo importante dal quale emergono direttrici strategiche e nuovi scenari di sviluppo molto interessanti per la città termale. «Grazie all’analisi commissionata dalla Fondazione Mps – ha affermato il sindaco – abbiamo a disposizione nuovi elementi da prendere in considerazione per il piano strutturale e per tutti coloro che desiderino operare a Chianciano».
Il sindaco ha anche ricordato che il piano di sviluppo e valorizzazione territoriale (PSVT) sarà approvato nel prossimo consiglio comunale indetto per il 24 luglio.

Al termine dell’incontro il presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Gabriello Mancini, ha confermato il pieno appoggio al programma di sviluppo e valorizzazione di Chianciano. «Il progetto - ha affermato il presidente Mancini - costituisce uno degli obbiettivi strategici della Fondazione Mps in quanto inserito nei documenti programmatici approvati dalle deputazioni e per il quale sono già state destinate delle risorse».
Mancini ha anche sottolineato la necessità per le istituzioni locali e per i soggetti interessati di lavorare insieme e “fare sistema” affinché si possa passare in breve tempo dalle parole ai fatti senza tornare indietro sulle decisioni già assunte.

DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521