italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » La stagione teatrale di Chiusi

CALENDARIO DEGLI SPETTACOLI

Martedì 20 dicembre 2005 h. 21,15
Produzioni Teatrali Paolo Poli
IL PONTE DI SAN LUIS REY
da Thorton Wilder
di Paolo Poli;
scene di Emanuele Luzzati
costumi ideati da Santuzza Calì,
accompagnamento delle musiche di Jacqueline Perrotin.
con Paolo Poli,  Mauro Marino, Ludovica Modugno e con Alfonso De Filippis, Alberto Gamberini, Wiliam Pagano, Giovanni Siniscalco

Un ponte crolla improvvisamente in Perù alla metà del secolo diciottesimo facendo perire cinque viaggiatori. Nasce nella coscienza di una religiosa una domanda. Il Signore punisce così i malvagi oppure in tal modo chiama a sé gli innocenti?
Vengono così presentate le biografie degli scomparsi, personaggi emblematici che fanno rivivere un'intera società: una vecchia marchesa egoista ed ubriacona e la sua giovanissima damigella di compagnia, un giovanotto ombroso e fiero in procinto di imbarcarsi, un vecchio artista di teatro strenuo sostenitore della commedia antica e il suo pupillo ancor fanciullo desideroso di istruirsi.

Sabato 7 gennaio 2006 h. 21,15
Teatro Metastasio Stabile della Toscana/ La Biennale di Venezia/
Teatro di Roma/ Teatro Garibaldi di Palermo
SCANNA
di Davide Enia
regia di Davide Enia
con Valentina Apollone, Luigi Di Gangi, Alessio Di Modica, Katia Gargano, Ugo Giacomazzi, Giorgio Li Bassi, Paolo Mazzarelli, Carmen Panarello, Antonio Puccia

Restando nella sua Palermo, Enia ambienta la storia in un rifugio antiaereo nel quadro storico immaginario ma riconoscibile di una lotta di resistenza, con il trapasso generazionale di una famiglia patriarcale, durante la vana attesa del padre, che sta rischiando la vita in un attentato antifascista. Ma tra l’emergere di un passato di violenze familiari e l’iniziazione d’una nidiata di ragazzi all’uso delle armi e alla guerra civile, nell’attesa della sirena liberatoria che non suonerà, si compie la catastrofe scannatoria evocata dal titolo: se il padre-padrone non tornerà, c’è già un ragazzo che ne assume l’eredità con un fratricidio.


Domenica 29 gennaio 2006 h. 21,15
[Teatro a disposizione dal 25 gennaio – riallestimento]
Benvenuti s.r.l.
Armunia – Festival Costa degli Etruschi
I COSTRUTTORI DI IMPERI
in coproduzione con: Rialto S. Ambrogio
di Boris Vian
regia di Davide Jodice
con Alessandro Benvenuti, Francesca Mazza, Valentina Capone, Enzo Pezzella, Alfonso Postiglione, Gianni Pellegrino

La piccola famiglia Dupont è costretta ad una continua fuga, all’ascensione dei vari piani di una illusoria casa, ogni volta che sente un rumore stridente e lugubre. Ad ogni piano i Dupont prendono possesso di un alloggio sempre più alto, misero e ristretto, dimenticando via via in quello precedente qualcosa della propria vita. Perdono la radio, la pendola, la macchina fotografica e dagli oggetti ai sentimenti, fino alla verità, all’amore, agli affetti.
Fa parte della famiglia una bestia-uomo malconcia e strana, chiamata Smurz, continuamente negata, ignorata, insultata, battuta. Pressati, inseguiti, sempre più stretti da vicino, sono prigionieri del Rumore e l’angoscia, come un’ombra lunga si stende sui muri, invade la stanza e qualcuno grida “Io non sapevo... non sapevo”.

Sabato 10 febbraio 2006 h. 21,15
Teatri d'Imbarco e Ass. Alter Ego
L'ARMADIO DI FAMIGLIA
ideazione e regia di Beatrice Visibelli e Nicola Zavagli
con Beatrice Visibelli e gli attori della scuola di Teatro d’Imbarco

E’ la storia di una levatrice fiorentina che si ritrova ad operare nei giorni caldi e terribili dell'estate del '44 nella città in lotta tra partigiani e nazi-fascisti. Con poco coraggio e tanta paura si muove per le strade a portare il suo antico e provvidenziale mestiere: far nascere nuove vite, tra gli spari della guerra e la morte sempre in agguato. La sua forza è tutta raccolta nel suo sorriso e nella sua trascinante allegria nutrita da una autentica passione popolare per la "Commedia" dantesca, che sfodera per alleggerire il carico d'attesa delle sue madri in gestazione. La levatrice dovrà scontrarsi con la paura raddoppiata delle donne, assediate dall'angoscia della guerra e da quella naturale del parto: Questi figli, testimoni indifesi ma così impegnati a imparare a stare al mondo, come possono diventare capaci di tanta crudeltà?

Sabato 18 febbraio 2006 h. 21,15
Compagnia di Micha Van Hoecke
MAGNIFICAT
Anteprima Nazionale Assoluta
dedicata a Franco di Franscescantonio
Coregrafia di Micha van Hoecke

Giovedì 16 marzo 2006 h. 21,15
La Contemporanea srl
PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
di Eric – Emmanuel Schmitt
regia di Sergio Fantoni;
con Andrea Jonasson e altro attore in via di definizione

Gilles e Lisa: un ménage quasi perfetto, come tanti altri, che dura da quindici anni. Lui scrittore di libri gialli, spericolato pensatore, vede nella coppia una associazione a delinquere finalizzata all’annientamento del compagno. Lei, moglie fedele, innamorata, vive l’età nella quale si scopre che il mondo è pieno di altre donne giovani e belle. Gilles ha un "piccolo incidente", in casa, e prende un colpo in testa. Da quel momento non ricorda più niente. Lisa lo aiuterà a ricostruire la sua identità e quella del loro rapporto. Percorso bizzarro, divertente e doloroso, che conferma il sospetto di molti che anche la coppia più affiatata, in realtà, non è che una coppia di estranei.


Domenica 2 aprile 2006 h. 21,15
Compagnia Corrado Abbati
LA VEDOVA ALLEGRA
in collaborazione con: Edizioni Suvini-Zerboni
di  Victor Léon e Léo Stein
adattamento di  Corrado Abbati
regia di  Corrado Abbati
musiche di  Franz Lehár

Edizione del centenario
1905-2005: La Vedova Allegra compie 100 anni.

All’ambasciata del Pontevedro a Parigi, c’è grande fermento.
Sta arrivando la Signora Anna Glavari, giovane vedova del ricchissimo banchiere di corte. L’ambasciatore, il Barone Zeta, ha ricevuto l’incarico di trovare un marito pontevedrino alla vedova e questo per conservare i milioni di dote della signora, in patria. Infatti se la signora Glavari passasse a seconde nozze con un francese, il suo capitale lascerebbe la Banca Nazionale Pontevedrina e sarebbe la rovina economica. Per una simile impresa c’è il conte Danilo che però non ne vuole sapere. Tra Danilo e Anna c’era stata una storia d’amore finita male a causa della famiglia di Danilo e tutto ormai sembra compromesso. Ma Njegus, vero Deus ex-machina, riesce a sciogliere gli equivoci e a far confessare ad Anna e Danilo il loro reciproco amore. La patria è salva. “E questa Vedova vuol essere il più fedele possibile a quella serenità a cui Lehár pensava cento anni fa. Grande rispetto dunque per un capolavoro assoluto ma allo stesso tempo divertimento, entusiasmo e freschezza e quel certo non-so-che che anche Lehár vedeva indispensabile. Gioia e rigore sono dunque i due cardini su cui gioca quest’edizione” (Corrado Abbati).


BIGLIETTI

Platea e Palchi centrali   Intero   16,00 euro Ridotto 14,00 euro
Palchi laterali Intero 13,00 euro Ridotto 10,00 euro
(ridotti per persone sotto ai 25 anni e sopra ai 65 anni)
_______________________________________________________________________


Per Informazioni, acquisto biglietti e abbonamenti, rivolgersi a:

Ufficio Turistico di Chiusi
tutti i giorni inclusa la domenica dalle 10 alle 12
Tel/fax 0578-227667 - 227355

Ufficio Stampa: Alessandra Aggravi
Cell. 338-5253841
Fax 0578-63456
e-mail alessandra.aggravi@libero.it


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it
8
"L

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521