italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Crisi del pomodoro in Valdichiana: intervengono i sindaci del circondario

I tre sindaci del circondario della Valdichiana senese Giordano Santoni, sindaco di
Torrita di Siena, Massimo della Giovampaola, sindaco di Montepulciano e Maurizio
Botarelli, sindaco di Sinalunga, esprimono il loro sostegno ai produttori di pomodoro
dell’area visto il difficile andamento della campagne di raccolta e le minacce che
arrivano dalla massiccia invasione sul mercato nazionale dei pomodori provenienti
dall’Oriente. Per fronteggiare lo stato di crisi del comparto e fornire in tempi brevi
un concreto sostegno economico ai produttori di pomodori, i tre sindaci sottopongono
all’attenzione della Regione Toscana il problema. Due le linee di indirizzo da seguire:
sostenere le imprese ortofrutticole del territorio e ottenere maggiori garanzie sul
rispetto dei contratti da parte dell’industria della trasformazione.


“Nella zona della Valdichiana – dichiara Maurizio Botarelli, sindaco di Sinalunga, la
produzione dei pomodori destinati all’industria riguarda oltre cinquanta aziende, per
una superficie complessiva di quasi ottocento ettari: numeri di rilievo per la nostra
economia agricola. La campagna di raccolta, cominciata alla fine del mese di agosto,
insufficiente e tardiva, ha fatto sì che, ad oggi sia stato raccolto solo il 20 per
cento del prodotto. La situazione si è ulteriormente aggravata a seguito delle forti
piogge dei giorni scorsi, che hanno deteriorato ben l’80 per cento dei pomodori, ancora
nei campi perché in attesa della raccolta mai avvenuta. Si parla di danni che ammontano
dai cinque ai seimila euro per ettaro.”


“La campagna di raccolta di quest’anno - sostiene Giordano Santoni, sindaco di Torrita
di Siena - ha messo in evidenza una situazione molto preoccupante per i produttori
locali e un atteggiamento grave tenuto dall’industria della trasformazione che non ha
rispettato gli accordi presi contrattualmente, lasciando la gestione del rischio nelle
mani dei soli produttori. La situazione è ancora più pesante se si pensa che mentre i
nostri pomodori rimangono nei campi, quelli provenienti dalla Cina invadono il mercato
italiano senza alcun rispetto delle norme di sicurezza alimentare, tutela del
consumatore e standard di confezionamento ed etichettatura.”



“Le amministrazioni comunali dei tre comuni del Circondario della Valdichiana senese -
sottolinea Massimo della Giovampaola, sindaco di Montepulciano – sono al fianco dei
produttori locali nella ricerca delle migliori strategie per uscire dall’attuale stato
di crisi, momento cruciale di intervento per la sopravvivenza del settore anche per gli
anni a venire.”

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521