italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » XVII Convegno Internazionale Studi Umanistici F. Petrara: Pio II Umanista Europeo

Si è aperto lunedì 18 luglio, alla presenza del Prof. Luciano Scala, Direttore Generale
per i Beni Librari e gli Istituti Culturali, il XVII Convegno Internazionale di Studi
Umanistici Francesco Petrarca che per quattro giorni, sino al 21 luglio, vedrà oltre
sessanta Relatori italiani e stranieri, tra cui lo studioso Adrian Van Heck, l’esperto
in assoluto dell’opera piccolominea, trattare il tema: "Pio II Umanista Europeo". La
seconda giornata di studi si svolgerà a Chianciano Terme (Sala Polivalente) martedì 19
luglio e sarà aperta con il saluto dell’Assessore alla Cultura del Comune di Chianciano
Terme, prof. Lorenzo Meacci. Queste le sezioni trattate nei quattro giorni di studi tra
Pienza e Chianciano Terme: L’uomo e l’ opera; Pio II e Pienza; L’opera storica e
geografica; Il carteggio; Il poeta; Pio II e l’Europa. Il convegno, aperto al pubblico è
patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dei Comuni di Chianciano
Terme e Pienza. L’Istituto di Studi Umanistici F. Petrarca, già nel 1989 aveva attuato
un I° convegno su "Pio II e la cultura del suo tempo", e quello di quest’anno,
sollecitato anche dal Comune di Pienza, della Diocesi di Montepulciano Chiusi e Pienza,
su "Pio II umanista europeo", cade in occasione della ricorrenza del VI centenario della
nascita di Enea Silvio Piccolomini (Papa Pio II).


"E’ motivo di grande orgoglio – afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di
Chianciano Terme, prof. Lorenzo Meacci – avere nel nostro territorio i massimi studiosi
di Pio II e gli atti che saranno pubblicati dalla presidente dell’Istituto di Studi
Umanistici F. Petrarca, prof.ssa Luisa Secchi Tarugi contribuiranno, ancora una volta,
ad aggiornare gli studi su temi importanti per salvaguardare il nostro bagaglio storico-
culturale".


Questo il programma della seconda giornata di studi a Chianciano Terme: (ore 9.00) J.
Spicka, Univ. di Olomuç: La "Historia bohemica" di Pio II e la storiografia ceca;
K.Wagner, Univ.di Siviglia: L’"Historia rerum gestarum" e Cristoforo Colombo; L. Radif,
Univ. di Genova : Bartolomeo Vitelleschi corrispondente di Pio II; G.Tournoy, Univ. di
Lovanio: Pio II nella storiografia fiamminga del ‘400; B. Mesdijan Charlet, Univ. di
Nizza: L’elogio poetico di Federico III da parte di Enea Silvio Piccolomini (Com.116 Van
Heck); S. Ducic, Canadian Center for European and German Studies, Montreal: Pio II
umanista europeo: i "loci comuni" e lo specchio dell’Antichità; J.C. Margolin, Cesr di
Tours: Su un poema di Enea Silvio Piccolomini: descrizione del piccolo dio Amore (ms.109
della Riserva della Biblioteca Storica di Parigi); D. Pirovano, Univ. degli Studi di
Milano: Filigrane classiche e arte allusiva nell’ "Historia de duobus amantibus"; (ore
16): A. Maranini, Univ. di Bologna : Ovidio: una tradizione come arma; E. Delbey, Univ.
di Bordeaux : Stile e antistile elegiaci nell’ "Historia de duobus amantibus"; E.Curti,
Scuola Normale di Pisa: Il modello boccacciano nell’ " Historia de duobus amantibus"; Z.
Csehy, Univ. di Bratislava : Enea Silvio Piccolomini poeta d’amore; A. Ceccarelli
Pellegrino, Univ. di Siena: Gli "Amanti" di Enea Silvio e i lettori di oggi in Italia e
in Francia; A. Di Francesco, Univ. degli Studi di Napoli. "L’Orientale": Poesia e stile
formulare nella riscrittura ungherese della "Historia de duobus amantibus"; P. Salwa,
Univ.di Varsavia: Fortuna polacca dell’ "Historia" e di altre storie d’amore di origine
italiana; S. Di Freancesco, Univ.degli Studi di Napoli."L’Orientale": La riscrittura
polacca della "Historia".


Il convegno, che si è aperto a Pienza il 18, proseguirà per altre due giornate il 20 e
21 luglio 2005 a Pienza (Sala Ex Conservatorio). A conclusione del convegno, il giorno
21 luglio, si terrà nella Cattedrale di Pienza, alle ore 21.15 un concerto vocale di
musiche del ‘300 e del ‘400 eseguite dal complesso Hesperimenta vocal ensemble di
Arezzo, l’ingresso è libero. Per informazione sul convegno: segreteria Tel.0577- 669540 -
cell.3297636582.


 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521