italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Attori-contadini portano il Segalavecchia a scuola.

Come rendere una scuola dell’infanzia sempre più interessante per bambini e genitori? Le insegnati della scuola comunale dell’infanzia di Chianciano Terme, Mariapia Allegro, Roberta Della Lena, Gabriella Fiorini, Aurora Lorenzoni, Maria Teresa Toppi, Maresa Vagaggini, hanno individuato e progettato un percorso didattico che, partendo dalla costantemente loro formazione, le vede impegnate anche in una serie di progetti come il recupero delle tradizioni locali.  «Ci sono eventi collegati alle stagioni come la ritualità tipica del carnevale o della quaresima - affermano le insegnanti – che fanno parte della nostra cultura. Noi lavoriamo anche per recuperare usi e costumi legati alle tradizioni, specie quelle che per svariati motivi non sono più praticate come la tradizione del “Segalavecchia”, l’antica farsa contadina che abbiamo voluto riproporre ai bambini, sia pur con un linguaggio più comprensibile e a loro vicino, all’interno degli spazi scolastici della nostra scuola». Lo spettacolo è stato messo in scena qualche settimana fa da “attori” chiancianesi davvero speciali: gli  ex contadini e mezzadri che hanno lavorato le terre del territorio termale sino al secondo dopoguerra. Il gruppo di teatranti-contadini denominati “Quelli della Vecchia”, gruppo nato per rivalutare le tradizioni e dei valori del mondo rurale, ha accalorato i piccoli con le vicende di una coppia di sposi chiancianesi: Calone e Filumena.

Il “Segalavecchia” è un’antica rappresentazione di mezza quaresima del mondo contadino. Girando per le case si rappresentava un farsesco dramma rusticano, culminante con la segata d’una vecchia da parte di due segantini “con la vecchia si vuol segare simbolicamente e quindi eliminare tutto ciò che è vecchio, passato, non più utile, per propiziarsi una stagione e un futuro migliore”. La storia infatti vuole che il marito decida di “eliminare” la moglie, donna allegra e un po’ bizzarra, e incarica due uomini, i segantini, armati di sega. Ci vorrà l’intervento del figlio soldato, chiamato urgentemente dalla sorella, per salvare la povera donna, che viene visitata dal dottore che, come per magia, la farà tornare come nuovamente giovane. «I bambini – concludono le insegnanti - si sono divertiti molto nel vedere i segantini che smezzavano la vecchia e con molto stupore hanno assistito all’intervento del dottore. La giornata si è chiusa con l’allegria dei canti popolari ai quali si sono uniti anche i bambini e le maestre, dando il via ad uno splendido coro in cui si fondevano tre generazioni diverse».

 


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it
47
47

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521