italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Chianciano - I comuni termali uniti per ripristinare il congedo per le cure termali

I comuni delle stazioni termali di Chianciano Terme, Fiuggi, Salsomaggiore Terme e
Montecani Terme uniti per promuovere in Parlamento il ripristino del congedo delle cure
idropiniche. Se ne è discusso durante un incontro tra i rappresentati dei Comuni termali
interessati a Fiuggi lo scorso 14 giugno. Erano presenti all’incontro, tra gli altri,
oltre al Sindaco, arch. Guido Bombagli, all’Assessore al Termalismo, dr. Antonio
Altobelli e all’Assessore alla Cultura, prof. Lorenzo Meacci, per il Comune di
Chianciano Terme: gli amministratori locali delle stazioni termali di Fiuggi,
Salsomaggiore e Montecani Terme, il direttore di Federterme, un rappresentante per il
Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio Matteoli, l’Assessore al Turismo
della Provincia di Frosinone e i rappresentanti della Regione Lazio, oltre al direttore
sanitario delle Terme di Fiuggi.


«L’eventualità di riammettere il congedo per le cure termali nel Servizio Sanitario
Nazionali - afferma l’Assessore al Termalismo del Comune di Chianciano Terme, dr.
Antonio Altobelli – è stato il tema principale dell’incontro. Ciò che è emerso in questa
prima fase è stata l’importanza proseguire in modo celere alla verifica di questa
possibilità. Il Ministro Matteoli si è fatto carico di queste richieste pervenute
congiuntamente dai tanti soggetti coinvolti e presto sarà formulata una prima bozza di
progetto che sarà sottoposta all’esame del Ministro stesso».


Entro il mese di giugno si terrà un nuovo incontro tra i quattro comuni termali convolti
e il Ministro Matteoli, dopodichè, nel prossimo mese di luglio, il Presidente
dell’ANCOT (Associazione Nazionale Comuni Termali), arch. Guido Bombagli convocherà una
riunione dell’associazione per sottoporre a tutti i comuni termali la proposta in tema
di congedo straordinario per le cure termali.
«L’obiettivo – prosegue il dr. Antonio Altobelli – è quello di portare giungere ad una
proposta definitiva da inserire nel prossimo DPF di fine anno (Legge Finanziaria».


L’Assessorato al Termalismo del Comune di Chianciano sta nel frattempo promuovendo
l’attività termale verso la classe medica (medici e pediatri di famiglia), per una
migliore informazione e aggiornamento sul valore terapeutico delle acque di Chianciano
Terme.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521