italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Musei aperti a Chianciano Terme per i festeggiamenti del Patrono San Giovanni

Musei aperti in occasione dei Festeggiamenti del Santo Patrono “San Giovanni Battista” a
Chianciano Terme. Per l’intera giornata del 24 giugno sarà possibile visitare i due
musei di Chianciano, il Museo Civico Archeologico Delle Acque nel quale sono esposti
importanti reperti appartenuti alla civiltà etrusca e il Museo d’Arte Sacra della
Collegiata, con le numerose opere pittoriche e oggetti d’arte sacra appartenuti alla
comunità chiancianese. Nel museo archeologico è possibile ammirare la nuova sezione “La
donna etrusca nell’antichità”, interamente dedicata alle donne, con una serie di reperti
che pongono in evidenza la notevole dimensione sociale che la donna etrusca aveva
raggiunto. Quattro sono le sezioni da ammirare: la maternità, le attività domestiche, la
cosmesi e la bellezza, l’ultimo viaggio (ingresso ridotto a Euro 2.50). I musei saranno
aperti per l’occasione per l’intera giornata.


Il Museo Civico Archeologico Delle Acque¸ accolto nell’ex Granaio di Villa Simoneschi,
inaugurato negli anni Novanta, contiene oggetti di particolare importanza per la
conoscenza della civiltà etrusca. Il corridoio interrato e il piano d’ingresso ospitano
una serie di corredi dalle tombe etrusche scoperte nel territorio. Una delle più antiche
tombe è stata scavata nella necropoli di Morelli ed è databile ai decenni finali del VII
sec. c. C. La scoperta più clamorosa è rappresentata da una tomba principesca di epoca
orientalizzante, ricostruita nella prima sala del museo. Da segnalare la suggestiva
ricostruzione di tombe etrusche con i misteriosi vasi cinerari a forma umana
detti “canopi” e ricchi corredi.


Il Museo d’Arte Sacra della Collegiata, accolto nel settecentesco Palazzo
dell’Arcipretura (oggi chiamato Casa Parrocchiale) è nato nel 1923 come deposito di
oggetti d’arte sacra, in seguito ad un accordo stipulato tra il Podestà di Chianciano ed
il Sacrestano Maggiore della Collegiata di San Giovanni Battista. Nel museo è confluito
sia parte del patrimonio artistico religioso, sia quello acquisito dal Comune di
Chianciano Terme, in seguito alle confische dei beni ecclesiastici attuate dopo il 1871.
Il Museo fu aperto al pubblico definitivamente nel 1945 e arricchito di nuove opere
d’arte ed ampliato. L’odierno allestimento è dovuto alla ristrutturazione del 1991,
grazie alla quale il museo oggi consta di quattro sale in cui le opere, di scuola
senese, umbra e fiorentina, sono databili dal XII al XIX secolo. L’allestimento museale,
eccetto la prima sala, segue un percorso cronologico-didattico al fine di rendere, al
visitatore, una più semplice individuazione delle varie fasi artistiche che hanno
coinvolto artefici appartenenti ad importanti Scuole e quindi la loro influenza sugli
artisti locali che così sono stati in grado di rielaborare, su tali basi, un proprio
linguaggio.



Sempre per i Festeggiamenti del Santo Patrono il Palio di San Giovanni, sarà disputato
domenica 26 giugno, con una grandiosa parata di cavalieri, carri e carrozze e la
partecipazione straordinaria di tutti i rappresentanti a cavallo delle Forze dell’Ordine
italiano. Gli eventi, dislocati qua e là in tutto il territorio termale, si
concluderanno lunedì 27 giugno con la rappresentazione teatrale (viale di Vittorio di
fronte a Teleidea) dello spettacolo popolare “Sega la Vecchia” rappresentata dalla
Compagnia Popolare “Quelli della Vecchia”.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521