italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » La terra e l'acque

Riscoprire il territorio ripercorrendo le antiche mappe che ne illustrano i confini, che
ne disegnano i rilievi, gli avvallamenti e i corsi d’acqua. Provare l’emozione di leggere
la storia antica e recente dei luoghi dove tutto sembrerebbe immutabile eppure tutto è
mutevole e in movimento, sono questi i sentimenti che si provano di fronte alla notevole
raccolta di rappresentazioni cartografiche esposte nelle sale di Palazzo della Corgna a
Castiglione del Lago, fino al 7 luglio prossimo, la mostra è stata prorogata di una
settimana visto il notevole interesse suscitato nei visitatori.


I materiali esposti sono particolarmente interessanti per la quantità, la qualità e la
rarità, si parte dal 1500 per giungere al 1800 e alcune carte geografiche sono pezzi
rarissimi, spesso unici, tutte comunque ci offrono una visione esaustiva dell’importanza
dell’area del Trasimeno per il territorio circostante, specialmente in relazione alla
città di Perugia. In molte carte il lago è identificato, infatti, con il toponimo di Lago
di Perugia e sarà solo dalla seconda metà del 1800 che verrà ripreso il toponimo classico
di lago Trasimeno. Attraverso le carte geografiche ci si rende conto quale ruolo
economico e strategico abbia avuto il Trasimeno per le città circostanti, Firenze,
Arezzo, Siena Perugia, Orvieto e infine per lo Stato Pontificio ed il Granducato di
Toscana. Una terra di confine dove si sono alternati periodi d’incontro, di scambio fra
civiltà e culture ma anche periodi di scontro per affermare il proprio predominio. Nelle
sale del Palazzo sono ben 102 le opere “a stampa” che raccontano il Trasimeno in un
contesto non solo locale ma anche in un’ottica di geografia italiana ed europea. Oltre
alle vedute del lago si possono ammirare e leggere mappe annibaliche , specialmente
realizzate per lo studio della famosa battaglia del Trasimeno e nelle quali è possibile
rilevare le numerose incongruenze dovute alla differente visione dell’avvenimento nel
corso dei secoli. Si scoprono le prime linee ferroviarie che hanno percorso il territorio
e si guarda con occhi di viaggiatori il paesaggio lacustre, fonte di ispirazione per i
numerosi studiosi che, soprattutto nel periodo romantico, completavano la loro formazione
con “il viaggio in Italia”. Non mancano infine le carte che illustrano la regimentazione
delle acque e le varie bonifiche effettuate.


La mostra, composta per la maggior parte da opere provenienti dalla collezione di Piero
Giorgi ed integrata con alcune opere provenienti dalla Biblioteca Agusta di Perugia è
stata organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Castiglione del Lago con la
collaborazione delle Edizioni Duca della Corgna, della Banca Trasimeno Orvietano e con il
Patrocinio della Provincia di Perugia.


La mostra è aperta tutti i giorni negli orari del Percorso Museale



 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521