italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Curio Ercolani, unaugurata la mostra del pittore chiancianese

L’assessore alla cultura di Chianciano Lorenzo Meacci e il presidente del consiglio della
Provincia di Siena hanno inaugurato la mostra del pittore chiancianese che dipinge la
Valdorcia e le terre tosco-umbre.


Chianciano Terme (14 luglio 2004) – Si è inaugurata sabato scorso (10 luglio) a Palazzo
della Corgna a Castiglione del Lago la splendida mostra “La forza dei colori nella
natura” di Curio Ercolani, pittore chiancianese noto non solo in Italia, per aver per
primo raccontato con i suoi dipinti le bellezze delle terre della Valdorcia – come ha
sottolineato l’assessore alla cultura del Comune di Chianciano Terme, Lorenzo Meacci,
all’inaugurazione. La mostra comprende 19 opere divise nelle sezioni: la forza, il colore
e la natura; un itinerario fatto di colori e di espressioni, quasi un itinerario senza
confini attraverso le terre di Toscana e Umbria. Presentate nello splendido palazzo umbro
le due opere Metamorfosi I e Metamorfosi II, una sintesi tra l’espressione della natura e
l’identità degli uomini e delle donne che, attraverso il sentimento dell’amore,
trasformano e modellano l’ambiente in cui vivono a formare un tutt’uno.


Presenti il sindaco di Chianciano Terme, Guido Bombagli e il presidente del Consiglio
della Provincia di Siena, Gianni Resti che ha sottolineato l’importanza dell’opera di uno
dei più grandi maestri pittori della Toscana. «Curio Ercolani, contribuisce a rendere
alto il livello espressivo e culturale delle nostre terre. Ercolani è stato il primo in
assoluto ad aver scelto di dipingere le terre della Valdorcia ed ad aver fatto conoscere
anche all’estero, attraverso la pittura, una delle più belle terre del senese e non solo».


«Siamo onorati – ha detto il vicesindaco del Comune di Castiglione del Lago, Anna
Cassuoli – di avere potuto ospitare in questo palazzo cinquecentesco questo grande
pittore. Le sue opere non sono da meno dei maestosi dipinti che Palazzo della Gorgna
possiede. Voglio tuttavia sottolineare- ha detto la Cassuoli – l’importanza di stringere
rapporti culturali e non solo tra comuni, province e regioni confinanti, perché non
possiamo più operare pensando alle barriere. Una mostra come quella di Ercolani è una
mostra di tale levatura che noi tutti ci sentiamo onorati di poterla ammirare dopo
quattro anni di intenso e duro lavoro».


Tra i presenti molti collezionisti giunti da tutta Italia, oltre a varie personalità
della Toscana e dell’Umbria.


La mostra rimarrà aperta tutti i giorni fino al 25 luglio con orario: 10/13.30 e 16.30/20.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521