italiano english Aggiornato a Giugno 2018
>> Turismo
>> Last minute 17 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » La Valdichiana ospita il raduno nazionale della Wilier Triestina

La Valdichiana ospita il raduno nazionale della Wilier Triestina

Si svolgerà in Valdichiana il raduno nazionale delle biciclette ramate Wilier Triestina. L’occasione sarà fornita dalla quarta edizione de La Chianina Ciclostorica che, in programma a Marciano della Chiana da venerdì 22 a domenica 24 giugno, sarà arricchita da un’iniziativa unica nel suo genere nel panorama italiano: per la prima volta, infatti, saranno riuniti tutti gli appassionati della bici d’epoca da corsa che è stata riconosciuta da molti esperti come la più bella mai prodotta. Tra le strade bianche e i Comuni della vallata, dunque, per tre giorni spiccherà il color ramato di un modello che è nato nel 1906 a Bassano del Grappa e che ha fatto la storia del ciclismo nazionale. Wilier è infatti l’acronimo di “W l’Italia libera e redenta” ed è stato un esempio del patriottismo dei primi decenni del novecento, fornendo le biciclette ai reparti dei bersaglieri nel corso della prima guerra mondiale e rivendicando successivamente l’italianità di Trieste all’interno del suo nome. Nel secondo dopoguerra, il marchio partecipò anche alle competizioni agonistiche e vinse un Giro d’Italia nel 1948, prima della chiusura momentanea dell’azienda nel 1952 e della successiva ripresa della produzione nel 1969 con i fratelli Lino e Antonio Gastaldello. Oggi la Wilier Triestina rappresenta la bicicletta di riferimento per tanti appassionati di ciclismo d’epoca di tutta la penisola che si ritrovano in ciclostoriche e in altri eventi. L’organizzazione del primo raduno ufficiale abbinato ad una ciclostorica è merito della volontà di Roberto Apolloni, il presidente de La Chianina Asd che ha contattato il veneto Alessio Berti per portare in Valdichiana questo evento. «La Chianina Ciclostorica rappresenterà un momento importante nella storia delle Wilier - spiega lo stesso Berti, testimonial nelle ciclostoriche per rappresentare il glorioso passato delle Wilier, - perché, per la prima volta, riuniremo ufficialmente tutti coloro che possono vantare una bicicletta ramata. Ringraziamo La Chianina Asd per l’impegno e la passione per portare a Marciano questo evento, permettendoci di mettere in strada tante biciclette che hanno scritto pagine importanti del ciclismo italiano».

La Chianina Ciclostorica rappresenterà un momento di ritrovo non solo per la Wilier Triestina, ma per tutti i modelli di bicicletta antecedenti al 1987: nel 2017, infatti, furono 471 gli appassionati dall’Italia e dall’estero che, indossando abiti rigorosamente vintage, parteciparono ad una colorata e divertente festa dello sport che sarà affiancata anche da tante iniziative collaterali dedicate a cultura ed enogastronomia. Le iscrizioni per la manifestazione di giugno sono ancora aperte e, fino a giovedì 31 maggio, sarà possibile partecipare al costo ridotto di 25 euro segnandosi direttamente dal sito www.lachianina.net. «“W l'Italia libera e redenta” - aggiunge Apolloni, - sarà il grido che si alzerà da Marciano nei tre giorni de La Chianina, per un evento che ci inorgoglisce e che fornisce alla nostra ciclostorica un taglio sempre più nazionale».


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it
24

 

<< back


 


Copyright 2002-2018 valdichiana.itP.IVA00926760521