italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Presentata l'anfora della C. Grossi recuperata a New York

E´ stata presentata sabato 3 luglio, al Museo Civico Archeologico delle Acque di
Chianciano
Terme, l´Anfora Attica della "collezione Grossi", un vaso cinerario a figure nere della
fine del VI sec. a.C. appartenuto ad una donna di rango e rinvenuta nella zona di
Camporsevoli (Monte di Cetona, Siena). L´Anfora era stata trafugata dalla "Collezione
Grossi" nel 1981 e da allora se ne erano perse le tracce. Grazie ai costanti studi del
direttore del Museo Archelologico di Chianciano, dott. Giulio Paolucci, che durante i
suoi studi aveva individuato il pezzo trafugato in un catalogo archeologico, si è potuto
accertare che l´Anfora del catalogo era realmente quella trafugata dalla villa di
Camporsevoli di proprietà della marchesa Elena Grossi. Dopo una serie di ricerche è stato
il Comando dei Carabinieri del TPC (Tutela Patrimonio Culturale) che ha potuto accertare
e recuperare il pezzo venduto ad un collezionista privato a New York.


Nell´illustrare l´attività del TPC di Roma, il Vice-Colonnello del Comando TPC di Roma,
Giovanni Pastore, ha illustrato sia l´attività del nucleo operativo, costituitosi nel
1969, sia l´ordinamento del Comando. Dai dati che ha presentato al numeroso pubblico
intervenuto per l´occasione, è emerso che - specie in questi ultimi anni - in generale -
sono diminuite le denuncie dei furti. "Seppur - ha detto Giovanni Pastore - dal 1970 al
2003 siano stati rubati, tra istituzioni (musei, chiese) e privati sei pezzi ogni mese -
negli ultimi due anni possiamo affermare che c´è stato un calo dei casi di furti
denunciati. In Toscana, per esempio, nel 2002 ci sono stati 147 furti; mentre nel 2003 i
furti sono stati 105. Nella provincia di Siena - sempre negli stessi anni - i furti
denunciati nel 2002 sono stati 25, mentre nel 2003, sono stati 17.


«Il recupero di questa anfora – ha sottolineato il funzionario archeologico responsabile
del patrimonio archeologico dei comuni di Chiusi, Sarteano, Chianciano, San Casciano,
Cetona, Sinalunga, Torrita di Siena e Montepulciano, dott. Mario Iozzo – è tanto
significativo se si pensa che sono pochi i vasi greci rinvenuti nella zona dell’agro-
chiusino di cui abbiamo informazioni abbastanza dettagliate e contestualizzate. Anche
dalla lettura del volume di Roberto Grossi, che documenta dettagliatamente gli scavi
Ottocentesci effettuati nella sua tenuta a Camporsevoli a Cetona, si capisce quanto sia
stato importante questo sito archeologico e quanto sia stato importante il lavoro di
secoli di questa nobile famiglia che nel tempo si è sempre occupata di scavi
archeologici».


Tra i presenti anche il Vice-Comandante del nucleo di Firenze, il Luogotenente Sauro
Bertinelli, oltre al direttore del Museo Civico di Chianciano Terme, Giulio Paolucci -
che ha ribadito la sua profonda stima per la signora Elena Grossi, per aver messo a
disposizione del pubblico il prezioso patrimonio archeologico di sua proprietà - il
sindaco di Chianciano, Guido Bombagli. Presente anche la proprietaria dell´Anfora Attica,
marchesa Elena Grossi, che ha depositato parte della sua preziosa collezione archeologica
al Museo di Chianciano.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521