italiano english Aggiornato a Dicembre 2017
>> Turismo
>> Last minute 16 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Cetona:

E’ stata ancora una volta Porta a Latere a conquistare la Corsa delle Brocche di Cetona edizione 2011, la tradizionale gara che vede ogni anno sfidarsi le tre contrade in cui Cetona è suddivisa, in una suggestiva sfida che comporta grande sincronia, forza e resistenza. A coppie infatti quattro atleti per ogni contrada hanno dovuto compiere a staffetta un giro all’interno del centro storico, tenendo insieme una brocca piena d’acqua del peso di 2, 4 e 6 chilogrammi.  Il caso a stabilire inizialmente quale delle tre  brocche tocca ad ogni contrada. E’ stata infatti sorteggiata la contrada che partita di rincorsa ha preso la prima brocca non sapendo di quale peso fosse per compiere il primo giro; per il secondo chi aveva la più pesa ha preso la più leggera e viceversa. Delle undici edizioni della Corsa delle Brocche disputate da quando sono state create le contrade di Cetona sei sono andate a Porta a Latere e cinque a Porta Castello, manca ancora il trofeo a Porta Capperoni.

La gara fa riferimento alla difficoltà dei cittadini che nei secoli passati dovevano approvvigionarsi di acqua con le brocche e il trofeo che Porta a Latere  si è di nuovo aggiudicata, (e che ogni anno dovrebbe essere passato dalla contrada che aveva vinto l’edizione precedente alla nuova vincitrice), è una grande brocca a forma di anfora, con rappresentati i simboli delle contrade, il simbolo del leone rampante  e un’immagine sacra.

Oltre alla gara principale, anche quest’anno  la manifestazione ha visto diversi eventi che hanno impegnato le contrade in spettacoli e gare, per tre giorni, a partire da venerdì 29 luglio.

Per quanto riguarda le sfide, oltre alla gara maschile, i contradaioli grandi e piccini hanno avuto modo di sfidarsi in vari modi nei tre giorni. I primi a cominciare sono stati i bambini con la “Corsa delle brocchine” che, rimandata alla mattina di domenica 31 luglio, ha visto primeggiare ancora i bambini di Porta Latere, seguiti da quelli di Porta Capperoni e infine dai piccoli di Porta Castello. La sfida consisteva in una serie di giochi tradizionali (la corsa con l’uovo, il gioco dei tappini e così via) il cui punteggio è servito a stabilire l’ordine di partenza e quale contrada poteva portare la brocchina più leggera nella corsa finale con piccole brocche, che prevedeva alcuni giri intorno a Piazza Garibaldi.

Sempre domenica 31, poco prima della gara principale si sono invece sfidate, nella “Corsa delle Brocche femminile” le donne che, indossato un fazzoletto in testa come usava una volta per portare le brocche con l’acqua hanno compiuto anche loro un paio di giri della Piazza. Le vincitrici sono state le contradaiole di Porta Capperoni  seguite da quelle di Porta Latere e Porta Castello

Grande spazio è stato dato inoltre quest’anno alla “Rievocazione storica”, con la ricostruzione scenografica, avvenuta sabato 30 luglio, del momento del passaggio di Cetona dal dominio orvietano a quello senese. Uno spettacolo, interamente realizzato da contradaioli cetonesi con il contributo solo di alcuni gruppi di Chiusi e Sarteano, che, dopo un omaggio al 150° dell’Unità d’Italia, hanno messo in scena, con grande apprezzamento del pubblico presente, gli eventi succedutisi a Cetona nel 1418 con la discesa di Braccio da Montone, la conquista del Cassero e la sua vendita, suggello del passaggio sotto la Repubblica di Siena. Sempre allo stesso periodo si ispirava la rappresentazione di venerdì 29, ovvero  l’ “Omaggio del drappo scarlatto e dei ceri” portati a benedire presso la Chiesa di San Michele Arcangelo. Questa cerimonia rievocava l'impegno chiesto a Cetona da Siena di omaggiarla ogni anno, dopo il passaggio sotto il suo dominio, con dei ceri ed un panno scarlatto portati, il giorno della Madonna dell'Assunta, in Duomo a Siena. Anche questo evento, novità dell’edizione 2011, è stato molto apprezzato dal pubblico che è stato informato con volantini sul significato simbolico del corteo. I quattro ceri benedetti avevano anche la funzione simbolica di proteggere le tre contrade e per questo domenica 31 sono stati tutti portati in Piazza durante la sfilata che ha preceduto la gara principale.

Grande soddisfazione per la riuscita dell’evento è stata espressa dall’Associazione Corsa delle Brocche  che ha dato a tutti i presenti appuntamento a sabato 6 agosto per festeggiare tutti insieme, contradaioli, cittadini e visitatori, con la “Cena in piazza”, occasione per degustare l’enogastronomia locale


 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521