italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » P. dei Somari verso l

Fino a tarda notte, nelle sedi delle otto contrade di Torrita di Siena, si è mangiato,
bevuto e cantato in allegria cercando così di ingraziarsi la buona sorte che anche
domani, per la 45.a edizione del Palio dei Somari, alla fine giocherà un ruolo molto
importante.


A chi toccherà il somaro più veloce e affidabile, docile e pronto ? I fantini più
accreditati riusciranno a confermare i pronostici o ci saranno sorprese ? Queste le
domande che corrono di bocca in bocca e che, naturalmente, innescano discussioni infinite
alle quali solo l’arrivo della corsa in groppa ai simpatici destrieri riuscirà a dare una
risposta.


Ma intanto i giochi sono fatti, il quadro delle monte è ormai al completo con molte
novità che hanno reso frizzante la vigilia e, in qualche caso, rimescolato le carte.
Passiamo allora in rassegna le otto contrade con i propri fantini dei quali, in questi
giorni, è stato possibile misurare speranze ed ambizioni.
I biancoverdi di Cavone (ultima vittoria nel 2000) affidano le proprie speranze al
confermato Francesco Trabalzini detto “Caruso”. Giovane di talento forse non ha mai
raccolto quanto avrebbe meritato anche per un po’ di sfortuna: ora è atteso ad un
riscatto.


Anche Porta a Pago (che non vince dall’88) ha confermato la monta del 2003 con Andrea
Peruzzi detto “Drago”; le sue tre vittorie con Cavone nel ’98, ’99 e 2000 lo rendo
temutissimo e fanno ben sperare i rossoverdi.
I gialloblu di Porta a Sole (ultimo palio vinto nel ’96) puntano su Francesco Mazzolai,
detto “Tremendo” che gareggia per la contrada in cui vive. Ancora a secco di vittorie, è
apparso un po’ demotivato ma ha una gran voglia di togliersi di dosso questa scomoda
etichetta.


Per Porta Gavina (che ha vinto l’ultimo palio nel ’97) il presidente Moreno Meucci è
andato a caccia, come ama fare, di volti nuovi e nell’aretino ha scovato Luciano Lugosi,
al quale, per scaramanzia, solo a tarda notte è stato attribuito un nome di
battaglia. “Oggetto misterioso”, si sa che è un ottimo fantino a cavallo e che da tempo
ha iniziato ad allenarsi con il somaro.


I bianconeri di Porta Nova non vincono dal ’92 e evidentemente hanno deciso di
interrompere la “striscia” andando ad ingaggiare un autentico fuoriclasse, Luca Veneri
detto “Saracino”, plurivincitore della Giostra di Arezzo. E’ sicuramente uno dei
personaggi più attesi e temuti ma è pur sempre un esordiente.


Si dice che Bacchino (al secolo Roberto Goracci) sia il fantino che tutte le contrade
sognano per l’impegno e la passione che dedica al palio. Considerato al momento, insieme
a Drago, il “re” del Campo di Gara, rimane fedelissimo alla “sua” contrada delle Fonti
che, ovviamente, se lo tiene ben stretto dopo i successi del 2001 e 2002.


Refenero, contrada grande e popolosa, ha vinto solo quattro volte il Palio di cui è
la “nonna”, mancando dal successo dal 1985. Così il Presidente Michele Battenti ha fatto
il “colpo” andando a prelevare dalla rivale Stazione il vincitore della corsa 2003, il
giovanissimo Alessandro Guerrini detto “Bumba”. C’è enorme curiosità per rivedere
all’opera il dominatore dell’anno passato.


Se i bianco – rosso – blu hanno dunque perso “Bumba” hanno anche restituito lo “scherzo”
all’avversaria, assicurandosi le prestazioni di Luca Tognalini detto “Ciclone”, già
vittorioso con Porta Gavina.


Sabato il Palio dei Somari propone uno dei suoi appuntamenti più suggestivi e
spettacolari, la gara a coppie tra sbandieratori e tamburini che inizierà alle 21.30,
nella Piazza del Comune, dopo la benedizione del Palio. Dalle 22.00 sarà aperta anche la
tipica osteria dove si potrà vivere la più genuina vigilia della manifestazione davanti
ad un ottimo vin santo.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521