italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Progetto sportelli immigratii n Valdichiana

Un grande progetto destinato ai cittadini stranieri che vivono nella Val di Chiana
senese: si chiama “Passaparola”, interessa i Comuni di Chianciano Terme, Chiusi,
Montepulciano, Sinalunga e Torrita di Siena e consiste nell’attivazione di sportelli
informativi destinati specificamente agli immigrati.




La presenza di stranieri nel sud senese è un fenomeno che ha assunto un’importanza sempre
maggiore anzitutto in termini quantitativi: i cittadini, per lo più extracomunitari, che
risiedono nella Val di Chiana rappresentano ormai una cifra superiore al 3% della
popolazione.


Altrettanto significativi – e sotto gli occhi di tutti – sono i riflessi che questo
fenomeno ha avuto e sta avendo sulla realtà sociale ed economica di questa area.



Il progetto “Passaparola”, inserito nel Piano di Zona di Assistenza Sociale e finanziato
dalla Regione Toscana, parte da questa realtà e si pone l’obiettivo di consentire ai
cittadini extracomunitari di eliminare o ridurre le difficoltà di relazione con le
strutture pubbliche; la disponibilità di un ufficio che possa indirizzare il cittadino
straniero contribuisce sicuramente far sentire queste persone meno “spaesate”, ne
favorisce l’integrazione nel tessuto sociale e riduce i rischi legati all’isolamento.



D’altra parte gli immigrati hanno nel Comune un punto di riferimento importante,
sentendolo come l’istituzione ad essi più vicina ma che non sempre è in condizione di
fornire risposte esaurienti a questa utenza le cui esigenze riguardano spesso altri
uffici ed enti e richiedono conoscenze approfondite, quando non addirittura
specialistiche, di pratiche e procedure.


Per questo i cinque Comuni della Val di Chiana hanno varato il progetto, di cui
Montepulciano è capofila, e lo hanno affidato in appalto alla Cooperativa Sociale La
Rondine di Colle Val d’Elsa.


Ora gli sportelli sono una realtà e hanno fatto già registrare un grandissimo interesse
al punto che gli utenti potenziali vi sono rivolti prima ancora che aprissero
ufficialmente.



Il servizio prevede 10 turni di apertura settimanali, a Chianciano Terme, presso il
Comune, il martedì dalle 15.00 alle 17.00 ed il sabato dalle 9.00 alle 12.30; a Chiusi,
nelle sede comunale, il martedì dalle 8.30 alle 12.00 ed il giovedì dalle 15.00 alle
19.00; a Montepulciano, sempre in Comune, presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico, il
lunedì dalle 8.30 alle 12.30 ed il mercoledì dalle 15.00 alle 18.00; a Sinalunga, presso
il Centro Incontro, in Via Trieste, il martedì dalle 8.30 alle 11.30 ed il giovedì dalle
15.00 alle 19.30 ed a Torrita, in Via Maestri 55, il lunedì dalle 15.00 alle 19.30 ed il
venerdì dalle 8.30 alle 11.30.


Agli sportelli opera personale straniero, specializzato nella mediazione linguistico –
culturale, che, ovviamente senza costi a carico dell’utente, è in grado di fornire
informazioni su legislazione dell’immigrazione, assistenza sociale e sanitaria, scuola e
orientamento professionale, pratiche per il lavoro, vari permessi (soggiorno,
ricongiungimento etc.) e diritti e doveri dei cittadini stranieri; lo sportello può
fornire anche il servizio di interpretariato e traduzione di documenti utili per lavoro,
permessi etc. e di accompagnamento per traduzioni giurate presso gli Uffici Giudiziari.
L’apertura degli sportelli è stata preannunciata dall’invio a tutti gli immigrati di una
lettera plurilingue (in italiano, albanese, rumeno, russo, portoghese, francese, inglese,
arabo, polacco e spagnolo) contenente le informazioni base.


Secondo quanto riferiscono gli addetti agli sportelli l’affluenza è altissima (in media
una decina di utenti a turno) e, in realtà, è praticamente impossibile applicare
rigidamente l’orario di chiusura. Le richieste di informazioni più frequenti sono,
nell’ordine, sui ricongiungimenti familiari, sui corsi di lingua italiana (che, spiegano
le operatrici, già esistevano ma venivano disertati per mancanza di informazione agli
interessati), sulle opportunità di lavoro, sulla disponibilità di abitazioni in affitto e
sui flussi lavorativi che, secondo la legge, regolano le immigrazioni.


Le nazionalità maggiormente presenti sono albanese e rumena, variamente dislocate sul
territorio con particolarità come la comunità indiana presente a Torrita.



“L’istituzione degli sportelli per gli immigrati rappresenta un balzo in avanti del
livello di civiltà della Val di Chiana senese” dichiara Piero Di Betto, Sindaco di
Montepulciano. “Le dichiarazioni di principio si traducono in realtà, finalmente
disponiamo di mezzi idonei per non fare dell’integrazione solo un concetto astratto. Si
tratta di un progetto complesso e coraggioso – prosegue Di Betto - che non punta solo a
risolvere problemi di carattere burocratico ma si pone ambiziosi obiettivi di carattere
sociale e culturale che, in questa materia, sembrano finalmente più a portata di mano”.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521