italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Documento a Trenitalia

Più treni alla stazione ferroviaria di Chiusi, orari meglio rispondenti alle esigenze
dei pendolari e un servizio di trasporto per le persone e per le merci finalmente capace
di soddisfare le esigenze degli utenti. Dopo ripetute rivendicazioni, è arrivato il
momento dei fatti. Tanto che il consigliere regionale Sirio Bussolotti, presidente della
commissione sui Trasporti, e il sindaco di Chiusi Luca Ceccobao hanno sottoscritto un
documento indirizzato a Trenitalia con una serie di dettagliate istanze per potenziare il
trasporto ferroviario locale con nuove fermate e la revisione degli orari di treni a
lunga percorrenza.


In particolare, ad esempio, viene chiesta la fermata, sia all’andata sia al ritorno,
dell’Eurostar che parte la mattina da Roma per Milano, treno che in passato si metteva in
moto proprio da Chiusi e veniva usato giornalmente da circa trenta viaggiatori. Ciò
faciliterebbe anche il collegamento di Siena con Roma grazie alla coincidenza con alcuni
regionali. Inoltre, dovrebbe essere ripristinato l’orario delle 17,59 dell’Intercity 592
che invece attualmente parte dalla capitale alle ore 17,46 e il ripristino della fermata
dell’Intercity 593 in partenza da Firenze alle 16,04. “Le nostre richieste sono chiare –
ribadisce Bussolotti - ora serve un segnale forte di buona volontà da parte delle
Trenitalia. La mobilità nel territorio è in evidente crescita, aumentano i collegamenti
sia con città vicine sia fuori regione per motivi di studio, lavoro, spedizione delle
merci. L’attuale servizio non soddisfa a pieno le esigenze degli utenti, perciò devono
essere riviste le tratte, gli orari, la quantità e la qualità dei treni. ”. Bussolotti e
Ceccobao, dunque, denunciano ancora una volta l’inadeguatezza del servizio ferroviario
rispetto alla crescente domanda di mobilità e si fanno interpreti delle istanze delle
utenze.
Il documento sottoscritto fa seguito all’incontro che si svolse lo scorso 27 novembre al
cinema Eden di Chiusi Scalo e al quale parteciparono, oltre a rappresentanti di
Trenitalia, anche gli assessori provinciale e regionale ai Trasporti, rispettivamente
Luciano Cicali e Riccardo Conti.


Già in quell’occasione vennero evidenziate inefficienze e incongruenze del servizio
ferroviario e vennero ascoltate le richieste di numerosi pendolari. Alle quali danno voce
Bussolotti e Ceccobao per reclamare un sistema di trasporti di qualità. “Rivendicheremo
fino in fondo le istanze degli utenti – rilancia il sindaco Luca Ceccobao -. La quantità
e l’importanza dei collegamenti di una stazione tanto centrale come quella di Chiusi
meritano il nostro pieno impegno. Vigileremo con attenzione per garantire risposte che
soddisfino i viaggiatori”.
La prossima mossa spetta a Trenitalia: il nuovo orario, che entrerà in vigore a dicembre
2004, sarà deciso tra marzo e aprile.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521