italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Chiarimenti per le terme di Chianciano

La cordata locale ha ricevuto la lettera con la richiesta ufficiale di chiarimenti circa
la domanda d’ammissione alla gara da parte della Commissione di valutazione incaricata di
valutare l’offerta per la gestione delle Terme.


“Siamo sicuri che tutto andrà per il meglio” dichiara Anna Duchini, presidente degli
Albergatori di Chianciano ed esponente della cordata locale. Duchini si esprime con
ottimismo e fa capire che si tratta di due quesiti e che ad entrambi gli esperti tecnico
legali incaricati dalla cordata possono rispondere senza problemi in breve tempo. “Mi
spiace non poter dire di più –spiega Duchini- sembrerà che giochiamo a mantenere i
segreti ma in realtà esistono precise procedure che impongono in questa fase la massima
riservatezza. A gara conclusa, la cittadinanza conoscerà tutti i particolari”.
In realtà questa gara sembra prevedere tempi non brevissimi per giungere
all’aggiudicazione (eventuale) della gestione alla cordata locale, del resto l’unica ad
aver formulato un’offerta: la Commissione è giunta alla terza riunione e non ha ancora
aperto la busta dell’offerta vera e propria. La cordata locale, ora ha tempo venti giorni
per inviare i chiarimenti richiesti. Intanto dal mondo imprenditoriale Alido Aggravi
presidente di Confesercenti fa sapere “Siamo preoccupati per la stagione che sta per
iniziare. Manca fino ad ora la necessaria promozione e il nostro invito è quello di
sbrigare tutte le procedure con la massima celerità”. Ricordiamo che la Commissione di
valutazione è composta dal presidente, l’avvocato Alberto Bianchi, anche presidente di
Firenze expo ed esperto in materia legale, da Luciano Nataloni, esperto in materia
commercialistico tributaria, Mara Manente dell’Università Cà Foscari di Venezia, esperta
in marketing turistico, Ippolito Filpa, esperto in materie urbanistiche e da Filippo
Fernè, amministratore delegato delle Terme di Sirmione.


La cordata che ha formulato l’offerta ha come componenti con quote diverse e le banche in
maggioranza, il Credito cooperativo locale, Mps Merchant, la società degli Albergatori
locali, Chianciano salute, le Terme di Montepulciano ed Eudermic cosmetics. La
Commissione di valutazione incaricata di esaminare i contenuti dell’unica proposta
pervenuta per la gestione delle Terme, aveva chiesto alla cordata locale nella seduta del
13 febbraio chiarimenti di natura tecnico giuridica circa la domanda d’ammissione alla
gara; la cordata locale, che non era invitata alla seduta, né era presente il Consiglio
d’amministrazione delle Terme, avrà venti giorni di tempo per fornire i chiarimenti
richiesti. Era la terza seduta della Commissione, presso la direzione generale delle
Teme di Chianciano S.p.A.


La Commissione, presenti i rappresentanti della cordata locale –Anna Duchini degli
Albergatori, Sergio Giani per il Credito cooperativo e Massimiliano Galli di Chianciano
Salute, oltre ad un funzionario dell’advisor Banca Finnat- si era limitata nel corso
della sua penultima seduta il 4 febbraio, a tirare fuori della cassaforte la busta
contenente l’offerta e ad aprire tre sotto-buste in essa contenute: quella con la domanda
d’ammissione alla gara, quella con i requisiti del nuovo socio della cordata Chianciano
Salute, nuovo rispetto alla manifestazione d’interesse, infine la terza busta,
controllando la congruità della fideiussione bancaria.
La Commissione deve ancora dunque entrare nel merito del suo lavoro, esaminare e
valutare i contenuti dell’offerta vera e propria, in primis il piano industriale proposto
dalla cordata locale. Sulla tempistica dei lavori della commissione e in caso
d’aggiudicazione della gestione aziendale su quelli della stipula dei contratti, si è
pronunciato uno dei membri del cda delle Terme Albo Fregoli, affermando “Non si tratterà
di settimane ma di mesi, anche se pochi mesi”.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521