italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Grosso guaio in Danimarca

Il teatro contemporaneo torna a Torrita di Siena sabato 28 febbraio alle 22.15. Si
intitola “Grosso guaio in Danimarca” il nuovo spettacolo della stagione teatrale del
teatro comunale degli Oscuri Contemporane@mente 2004 diretta da Manfredi Rutelli in
collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo. In scena ci sono i “I sacchi di
sabbia”. La compagnia arriva da Pisa dove si è costituita dieci anni fa sotto la guida di
Giovani Guerrieri che è l’autore dello spettacolo proposto a Torrita di Siena. Il gruppo
tosco-napoletano di "Comici dell'Arte" ha prodotto in questi anni una serie di
interessanti produzioni dedicate allo spettacolo itinerante, ma anche alcuni studi e
spettacoli. Sul palcoscenico sabato saliranno Marco Azzurrini e Enzo Illiano, la regia è
di Marco Cacelli.


“C’è del marcio nel Regno di Danimarca” potrebbe essere lo slogan ideale per questo
lavoro su Amleto. L’atmosfera è quella del giallo, del thrilling alla “I soliti
sospetti”.
Due sicari vengono interrogati in una questura (non si sa di quale paese europeo) su
vicende poco chiare che ruotano intorno alla misteriosa morte del compagno di Laerte in
Terra di Francia. Cosa c’è dietro quella morte? Cosa c’entra questo delitto con le
vicende dell’ Amleto di Shakespeare?


Le risposte a queste domande segnano piste investigative che conducono in Norvegia, alla
corte dell’ambizioso Fortebraccio, e poi a Elsinore, e poi di nuovo in Francia… Un
diabolico complotto internazionale regge la storia del principe più famoso del mondo, un
complotto di cui i due sicari sono, senza saperlo, importanti pedine.
Solo quando la matassa verrà dipanata si potrà scrivere la vera storia di Amleto

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521