italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » ex zuccherificio Sadam di Castiglion Fiorentino

“Sulla vicenda dello zuccherificio, ho sempre dichiarato che occorre il massimo dell’unità di intenti di tutte le forze politiche e grande senso di responsabilità da parte dei Consiglieri Comunali.
Il documento prodotto da An – Fi – Udc sembra smentire quanto da me auspicato, infatti mentre da una parte ho trovato grande disponibilità nella conferenza dei capigruppo e nella commissione Sadam, nella quale sono presenti tutti i rappresentanti dei partiti di opposizione, per discutere in maniera approfondita e seria della questione, lo stesso atteggiamento non mi pare trasparire dal documento firmato An – Fi – Udc, che sembra più interessato a mettere in cattiva luce la figura del Sindaco che non a risolvere i problemi.
Tale documento, che non esito a definire delirante, dice tutto e il contrario di tutto: da un lato si chiede la convocazione di un Consiglio comunale, dall’altro si contesta la messa in votazione di una mozione e ancora, si dichiara il massimo rispetto dei lavoratori, ma allo stesso tempo si offre un sostegno a chi chiede che il progetto di riconversione venga fermato.
In questi giorni ci siamo incontrati – insieme ai Capigruppo e ai membri della Commissione Sadam - con i lavoratori e con le associazioni ambientaliste, con il Comitato Tutela Valdichiana e a breve ci incontreremo anche con l’azienda. Tutto ciò con l’obiettivo di definire in maniera compiuta i progetti sulla riconversione, la riqualificazione dell’area, le prospettive di sviluppo che possono nascere per Castiglion Fiorentino. Mi sembra dunque che non vi sia da parte mia nessuna paura a confrontarmi nelle sedi istituzionali. Vi è invece da parte mia la ricerca del pieno coinvolgimento di tutti i soggetti per addivenire ad una soluzione positiva, tanto che nel massimo rispetto delle prerogative della minoranza ho iscritto - come prevede il regolamento - al primo consiglio utile, la mozione sullo zuccherificio sottoscritta dai Consiglieri Comunali. Non vedo cosa ci sia di antidemocratico in tutto questo.
Quindi mi pare inopportuno parlare di svilimento della discussione, tanto più che tutto si può dire di questa vicenda, meno che essa sia stata messa in sordina. Abbiamo un forum aperto sul sito del Comune, abbiamo consegnato, dove richiesta, tutta la documentazione necessaria, siamo intervenuti nelle assemblee organizzate sull’argomento, abbiamo partecipato a trasmissioni televisive, abbiamo lasciato spazio alle minoranze su questo tema nel nostro periodico comunale.
Peraltro, visto che si parla di mancanza di confronto con l’opposizione, devo dire che condivido gran parte dei contenuti della mozione delle minoranze, che finalmente dice alcune cose che questa maggioranza sostiene da tempo: evitare un no pregiudiziale alla centrale, una riqualificazione dell’area, piena tutela dell’ambiente e della salute e lo sviluppo dell’occupazione. 
Su questa strada, la maggioranza che sostiene la Giunta e il Sindaco ha sempre marciato unita ed è davvero patetico che si tenti di fantasticare su ipotetiche divisioni così gravi da portare alla fine anticipata della legislatura. Quello che emerge con chiarezza è invece da un lato un atteggiamento di responsabilità istituzionale di tutti i Consiglieri comunali e dall’altro l’atteggiamento “barricadero” dei partiti di centro destra che non fa certo onore alla loro tradizionale moderazione. La vicenda dello zuccherificio è troppo seria e non merita di essere affrontata con il populismo e la demagogia. In questo senso invito tutti a moderare i toni”.

Paolo Brandi
Sindaco di Castiglion Fiorentino


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it
5
L
L
E
150
1
6
52
L
2
E
55
L
8
L
L
Sar
1
6
3
6
Pi
Pi
47
L
E
47
L
"L
L

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521