italiano english Aggiornato a Dicembre 2017
>> Turismo
>> Last minute 16 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Tesori dal silenzio: arte e spiritualit

La mostra è promossa dall’Associazione “La città d’arte” che ha l’obiettivo di promuovere il patrimonio artistico dei piccoli centri italiani e sostenere le loro attività culturali ed espositive, in collaborazione con il Comune di Chianciano Terme. Sarà visitabile sino al 4 marzo 2007.

Sarà inaugurata il prossimo giovedì 11 gennaio 2007 alle ore 12.00 nelle prestigiose sale del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo a Roma la mostra “Tesori del Silenzio”, arte e spiritualità a Chianciano Terme dagli Etruschi all’età moderna, organizzata dall’Associazione La Città dell’Arte onlus, in collaborazione con il Comune di Chianciano Terme, la Provincia di Siena, l’Apt Chianciano Terme Val di Chiana e la Fondazione Museo Archeologico delle Acque di Chianciano Terme. All’inaugurazione, che sarà seguita da diverse emittenti televisive comprese le telecamere di RAI DUE, saranno presenti, tra gli altri, l’Assessore alla Cultura Lorenzo Meacci, il presidente della Fondazione Museo delle Acque di Chianciano Silvia Reali, ed il suo direttore Giulio Paolucci. La mostra si articola in due parti “Immagini Etrusche” e “Immagini Sacre” e si sviluppa tra le salette di Pio IV° e la Sala della Biblioteca nella parte alta del castello. I manufatti esposti costituiscono un’importante testimonianza sull’evoluzione del sentimento religioso e delle pratiche ad esso connesse, ed hanno la prerogativa di essere, nella quasi totalità, materiale inedito, in alcuni casi mai esposto al pubblico. Le collezioni della sezione “Immagini Etrusche” comprendono opere di pregio artistico, e tra queste si distinguono per maggior rilievo nella parte Archeologica, il pregiatissimo acroterio del Tempio Fucoli raffigurante un genio femminile alato di epoca ellenistica e il monumentale cratere a calice con una ricca decorazione che illustra il viaggio del defunto verso il mondo dell’aldilà fino all’incontro con l’Ade, il re dell’Oltretomba. Nella  sezione “Immagini Sacre” si può ammirare la pregevole tempera su tavola della Madonna dell’Umiltà, attribuita a Lorenzo di Niccolò Gerini e l’olio su tavola che raffigura San Giovanni Battista che offre alla Vergine la città di Chianciano. La mostra rimarrà aperta fino al 4 marzo 2007 con apertura, dal martedì alla domenica ore 09/19 (chiusa lunedì). Per informazioni contattare la segreteria organizzativa (tel. 055.284720 o nel sito www.lacittadellarte.org).

La mostra vuol portare all’attenzione del grande pubblico il ricco patrimonio della zona della Val di Chiana (Siena): reperti archeologici e opere d’arte sacra provenienti dal Museo Civico Archeologico delle Acque e dal Museo d’Arte Sacra della Collegiata allestito sempre a Chianciano Terme. “Tesori dal silenzio” non è solo una mostra, ma un’iniziativa che rientra nel progetto “Piccoli Musei”, portato avanti dall’Associazione “la Città dell’Arte” onlus, che tra gli obiettivi ha quello di far conoscere il patrimonio artistico dei piccoli centri e di sostenere iniziative di sviluppo e miglioramento degli standard dei loro musei. La Città dell’Arte intende quindi agire per permettere alle piccole realtà museali locali di trovare una sede espositiva di forte attrazione che ospiti temporaneamente le loro collezioni e che, grazie al sistema del ticket-sharing e di altre contribuzioni liberali e/o partecipative, garantisca a questi un introito da destinare a progetti di miglioramento degli standard museali e di valorizzazione del patrimonio artistico.


DALL'ARCHIVIO
di Valdichiana.it
5
L
L
E
150
1
6
52
L
2
E
55
L
8
L
L
Sar
1
6
6
3
6
Pi
Pi
47
L
E
47
L
"L
L

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521