italiano english Aggiornato ad Ottobre 2017
>> Turismo
>> Last minute 28 off.te
- Bed & Breakfast
- Casa Vacanze
- Agriturismo
- Hotel
- Strutture di prestigio
- Meubl
- Enoteche e bar
- Ristoranti e Osterie
- Cantine
- Prodotti Tipici
- Servizi

» Resort & Spa
- Etruria Resort & Natural Spa

>> Scuole di Lingue
- Il Sasso

>> Agenzie di incoming
- Terre Toscane

» Piscine
- Piscine Fonte di Bellezza

>> Shopping Online
- Vino Nobile Shop
- Vini di Toscana
- Contucci
- Crociani
- Piazza Grande Wines
- Piazza Grande 12
- Palazzo Vecchio

>> Autonoleggio
- Il Girasole
- Limousine Service Il Girasole
- DG autonoleggio
- Caroti

>> Escursioni guidate
- Cicloposse
- Crete di Siena in Moto

>> Benessere
- Stabilmenti termali

>> Affari ed economia
- Artigianato
- Aziende Agricole
- Edilizia
- Trasporti
- Servizi
- Altre attivit

>> Territorio
- La Valle
- Cenni storici
- La bonifica
- I centri maggiori
- La Razza Chianina
- Gastronomia
- Pubblicazioni
- Artisti
- Unione Polisportiva
   Poliziana


>> Eventi
- Gli eventi del mese

Home » News » Antiche Egitto: Le acque

Si è tenuto a Chianciano terme, l’ottobre scorso, il primo Convegno Internazionale per
Giovani Egittologi, dal titolo “L’acqua nell’antico Egitto: vita, rigenerazione,
incantesimo, medicamento”. L’idea di organizzare un evento a carattere mondiale, è
partita da tre giovani egittologhe, Alessia Amenta, dell’Università di Roma, dove ha
conseguito anche un dottorato di ricerca in merito, Michela Luiselli, dell’Università di
Basilea e Maria Novella Sordi, della Sapienza, che dopo un anno di lavoro, hanno
concretizzato l’eccezionale evento.


Il tema dell’acqua è stato suggerito sia dalla scelta della locazione a Chianciano, sia
per l’anno in corso, che è stato proclamato dall’Onu come Anno Internazionale dell’Acqua.
La volontà delle tre studiose di inviare un invito a tutti i giovani egittologi del
mondo, ha il significato di far diventare l’appuntamento di Chianciano, come una sorta di
vetrina nel panorama scientifico internazionale. La cerimonia di inaugurazione si terrà
mercoledì 15 ottobre alle ore 9 presso il Teatro Comunale di Sarteano, con gli interventi
del professor Antonio Loprieno e del Dottor Günther Lapp, entrambi dell’Università di
Basilea. Dal pomeriggio fino al termine del convegno, il giorno 18 ottobre, i lavori di
studio si trasferiranno nel Salone Fellini del Parco Acquasanta delle Terme di
Chianciano. Circa 40 studiosi, provenienti da tutto il mondo, hanno partecipato ai tre
giorni di convegno, la cui validità scientifica è stata supportata da un comitato
internazionale, del quale fanno parte i massimi esponenti del campo.


Gli atti del congresso verranno pubblicati dalla casa editrice Bretschneider, la più
prestigiosa nello studio dell’Egittologia. Il primo Convegno per Giovani Egittologi si
svolge sotto il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero
degli Affari Esteri e del Comune di Montepulciano. Hanno collaborato alla realizzazione
dell’evento la Regione Toscana, i comuni di Chianciano Terme, Montepulciano e Sarteano,
l’APT Chianciano Terme-Valdichiana, Associazione Albegatori, il Monte dei Paschi di Siena
agenzia di Chiusi ed altri partener privati. I misteri dell’antico Egitto, che hanno
affascinato tutte le civiltà e le culture, hanno ancora molto da svelare ed il congresso
di Chianciano potrà essere un ottimo connubio tra la cultura, il fascino ed le nuove
letture scientifiche, che siamo sicuri attireranno non solo gli studiosi del campo, ma
anche gli amanti del genere.

 

<< back


 


Copyright 2002-2017 valdichiana.itP.IVA00926760521